Profumo: come trovare quello che fa per noi!

Il profumo, un oggetto tanto amato dalle donne, quanto dagli uomini! Ma si sa, sono le donne che sognano di trovare il profumo perfetto per loro, quello che si sposa alla perfezione con la loro personalità, che diventi il loro tratto distintivo, quello che permetterà di essere riconosciute  quando passeggiando lasceranno la scia! In teoria sembra trattarsi di una cosa semplice ma in realtà…proprio così non è: le fragranze e i profumi in commercio sono tantissimi e noi siamo volubili, seguiamo le mode, le stagioni e a volte ci lasciamo affascinare da un nome o da una confezione. Come fare allora, in questo mare di fragranze, a scegliere quella che davvero fa per noi?

Il profumo perfetto!

Un primo consiglio consiste nel restare sul genere di essenze che più ci piacciono, ad esempio, amiamo particolarmente le fragranze floreali? Allora è inutile estendere il campo di ricerca alle fragranze fruttate. Detestiamo le profumazioni troppo dolci? Puntiamo allora la nostra attenzione su qualcosa di più acido e aromatico. In ogni caso, se una fragranza ci piace, è di fondamentale importanza provarla direttamente sulla pelle, sui polsi o sul collo; questo perché il profumo cambia e si modifica a contatto con i diversi tipi di pelle e succede spesso che un profumo ci piaccia da morire quando lo annusiamo sul cartoncino di prova, ma poi, a contatto con la nostra pelle, sveli una profumazione che proprio non fa per noi! La ricerca del profumo non si esaurisce però quando troviamo la fragranza che ci piace: in commercio, infatti, troveremo la nostra fragranza in differenti formule; eau de toilette, eau de parfum, acqua profumata e questi sono solo un esempio di alcune di queste formule che indicano la concentrazione e la forza del profumo, caratteristica importante nella nostra scelta, perché la formula e la concentrazione di un profumo ci permetterà di avere, a seconda dei nostri gusti, una profumazione leggera, percepibile solo da vicino o una più forte che, con le sue note intense, saprà farsi sentire anche a distanza! Quando finalmente, dopo aver seguito tutti i nostri suggerimenti, avrete individuato il profumo che più fa per voi, ricordate che, per far sì che la fragranza da voi scelta mantenga inalterate le proprie note olfattive, è necessario conservarla con cura, al riparo da luce diretta, umidità, calore e sbalzi di temperatura.

Nail Art Design: lasciati condizionare anche tu!

E dopo il make up, potevamo non dedicarci alle unghie? La nail art design, semplice o elaborata che sia, è l’ultima parte della nostra manicure, ma fa la differenza! Delle unghie ben smaltate, con dettagli o meno, comunque si faranno notare e attireranno l’attenzione di chi ci sta intorno. Ogni momento è quello giusto per sbizzarrirsi, dando libero sfogo alla fantasia e alla creatività, in modo da conferire alle nostre unghie e, di conseguenza, alle nostre mani, un nuovo e scintillante aspetto! Qualche idea alla quale ispirarsi? C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Olio di rosa mosqueta, per pelli stanche o danneggiate

L’olio di rosa mosqueta è uno dei principali alleati della bellezza delle donne, grazie all’enorme potere rigenerante che ha sulla pelle.
Estratto dal seme della rosa mosqueta o, rosa affinis rubiginosa (pianta che cresce spontaneamente nelle fresche e piovose valli delle Ande meridionali in Cile), le sue proprietà curative sono state un segreto custodito dalla cultura cilena per secoli.
Il seme è un’ottima fonte naturale di vitamina C, ed anche ricchissimo di vitamina A, che aiuta sia le pelli grasse a sebo-regolarizzarsi, sia la rigenerazione cutanea. Contiene: acido linoleico (un acido grasso omega-6), acido oleico (un acido grasso omega-9), importanti per l’idratazione della pelle; licopene (un antiossidante per combattere l’invecchiamento precoce) e il betacarotene (una fonte di pro vitamina A) importante per l’esposizione al sole o per trattare i danni causati dal sole.

 

Ma cosa serve l’olio di rosa mosqueta?

Molte donne lo apprezzano soprattutto per il suo effetto anti-age! L’olio di rosa mosqueta, utilizzato quotidianamente, aiuta a diminuire le rughe superficiali e ad attenuare le macchie dovute all’età o all’esposizione al sole e inoltre, penetra nella pelle in modo quasi istantaneo per ripristinare il giusto equilibrio e l’idratazione necessaria.
L’olio di rosa mosqueta è riconosciuto per la sua capacità di curare l’acne; è efficace nel trattamento delle cicatrici (se non le elimina del tutto, comunque le leviga), delle smagliature, delle scottature solari. E’ un idratante fantastico per la pelle e in più non la rende grassa. La rosa mosqueta si può utilizzare anche in gravidanza per prevenire o attenuare le smagliature su pancia e seno e sulla cute, come massaggio pre-shampoo, per idratarla a fondo, per alleviare eventuali pruriti e per trattare problemi di forfora.
Poiché, come citato sopra, ha proprietà riequilibranti per la pelle, può essere utilizzato sia da chi ha la pelle secca sia da chi l’ha grassa. Con il suo alto potere di assorbimento è anche un ottimo olio di base per portare in profondità i principi attivi di altri oli essenziali, oppure, può essere aggiunto alle creme cosmetiche preferite!

Provatelo, non ve ne pentirete!olio di rosa mosqueta

Acconciature per ogni occasione, parte 2!

Amiche attente ai look per le occasioni…è a voi che mi rivolgo! Siete pronte per altre idee su come acconciare i vostri capelli? Ecco come promesso altre acconciature dalle quali prendere spunto, acconciature che arrivano direttamente dai saloni più famosi, dai red carpet e anche dalle passerelle dei migliori designer. Ora avete sufficiente materiale per addentrarvi in questo viaggio fatto di chignon, di code reinterpretate,di richiami vintage e tanti, tanti altri sperimenti. Non potrete non trovare il look più adatto a voi anzi, qui il rischio sarà proprio la difficoltà di saper scegliere! Non mi rimane che salutarvi e lasciarvi alla vostra decisione.

 

 

acconciature

Acconciature per ogni occasione!

Vediamo qualche consiglio sulle acconciature adatte per le festività e per le nostre serate. Pranzi, cene, aperitivi, le occasioni non mancheranno ed, ovviamente, ce ne saranno alcune più adatte per il giorno, altre per la sera, altre ancora per tipologie differenti di evento. E poi quelle per capelli lunghi, di media lunghezza o corti. E quelli per visi lunghi, squadrati o ovali. Vediamo esempi disparati in questa passerella di belle donne ma soprattutto di bellissime acconciature cosicché possiate capire quelle più adatte a voi ed alle vostre caratteristiche. Per non rischiare di confondervi e farvele desiderare tutte nello stesso momento, cosa che è successa a me, seguirà un secondo articolo dedicato all’argomento. Maggiori spunti, varietà di idee, innumerevoli look da creare. Per le più brave, anche da ricreare a casa. Non resta che scegliere quella più adatta a voi e…acconciarvi!

 

 

 

Acido ialuronico, una protezione per le nostre labbra

Acido ialuronico, una parola che da anni sentiamo e leggiamo ovunque, ma che cos’è? L’acido ialuronico è una sostanza prodotta naturalmente dal nostro organismo con lo scopo di idratare e proteggere i tessuti, e che conferisce alla pelle elasticità e morbidezza. Proprio per queste caratteristiche molte donne vi ricorrono per ridare volume alle labbra, un dettaglio importantissimo del nostro viso. Senza ricorrere obbligatoriamente ai filler, in commercio esistono tanti prodotti che, con un costo decisamente ridotto, idratano e ridonano splendore e volume alle nostre labbra.

Ecco alcuni prodotti con acido ialuronico

acido ialuronico

L’Erbolario propone uno stick con acido ialuronico e olio di ibisco che idrata e nutre le labbra, prevenendo la comparsa di screpolature e rughette. Ad ogni applicazione l’acido ialuronico a basso peso molecolare apporta acqua in quantità alle pelle, che risulta subito più morbida e soffice.

Extreme Lips è il trattamento labbra di IncaRose, costituito da uno strato esterno trasparente, composto da micro-sfere di acido ialuronico, che riempiono ed attenuano le rughe, idratano ed illuminano le labbra. Lo strato bianco più interno, ricco di estratti vegetali e principi attivi ristrutturanti, dona invece volume alle labbra. Sempre di IncaRose c’è Diamond High Tech Lip Care, l’acido ialuronico in stick, trasparente, super idratante, ideale per labbra opache e particolarmente disidratate. Restituisce rapidamente idratazione e luminosità grazie alla formula ottenuta dalla fusione di oli e resine.
I laboratori Planter’s propongono il filler lip 3D antiage, un voluminizzante labbra tridimensionale a lunga durata a base di acido ialuronico. Questo principio attivo stimola la sintesi di collagene idratando le labbra, rendendole più sode, morbide e meglio definite.
E per chi non si accontenta solo di labbra belle, ma vuole prevenire anche la formazione delle fatidiche “zampe di gallina”…ecco la crema contorno occhi e labbra all’acido ialuronico e camomilla di Naturans.
Anche Lichtena ha pensato ad una formula labbra e occhi insieme: Equilydra Crema Contorno Occhi-Labbra, una crema la cui formulazione contiene biobaga (un complesso di fermenti lattici vivi e mosto d’uva, ricco di polifenoli e vitamine), filler ialuronico (per distendere le rughe) e AR-GB11 (un antiossidante con effetto lenitivo e anti-infiammatorio).

Di prodotti ce ne sono davvero tanti in commercio, iniziamo a prenderci cura delle nostre labbra!

Nuove tecniche: arriva il “cowash”!

Co-wash, una delle nuove tecniche, già abbastanza conosciuta, ma che suscita ancora dei dubbi a partire dallo stesso nome che, in effetti, potrebbe risultare fuorviante. Per chi ancora non lo sapesse, con il termine “cowash” s’intende una particolare tecnica per lavare i capelli, anche se il nome farebbe pensare a qualcosa da “fare insieme” o, al massimo, all’utilizzo di shampoo e balsamo contemporaneamente, ma non è così, ed ora chiariremo un po’ di cose!
Il “co”, del nome cowash, non sta a significare combinazione, ma deriva dal termine “conditioner”, cioè balsamo; quindi, per intero, sarebbe conditioner – wash e adesso, le cose iniziano ad apparire (forse) più chiare.
In pratica si trattare di lavare i capelli con il solo balsamo e non con lo shampoo come da prassi. Lo shampoo, infatti, contiene degli agenti molto spesso aggressivi che vanno a danneggiare cute e capelli. Il balsamo, per contro, ha agenti più delicati che idratano e nutrono il capello.
E se vi state chiedendo se il balsamo renderà puliti i vostri capelli, la risposta è si! Certo, il potere lavante di uno shampoo è molto più alto (per il discorso dei suddetti agenti più forti) ma anche il balsamo lava. C’è da dire, poi, che una cosa è il balsamo applicato su tutta la testa dopo lo shampoo (appesantisce e a volte potrebbe addirittura sporcare il capello), un’altra è l’applicazione fin da subito del solo balsamo. Potete anche, qualora voleste, associare più balsami, quelli che più vi piacciono, per le proprietà o per la consistenza.

Ma cosa ne dicono gli esperti?

Come tutte le cose nuove, alternative al classico, anche in questo caso i pareri sono discordanti. Ma uno ricopre la maggior parte delle opinioni: la pratica va bene ma meglio se vi si ricorre occasionalmente. L’utilizzo più frequente consigliato è quello alternato allo shampoo, una volta lo shampoo classico e l’altra il balsamo.

A questo punto…a voi la scelta!

nuove tecniche

labbra idratate

Labbra idratate, morbide e curate… da baciare!

Un trucco luminoso al viso e sfumature delicate sugli occhi… poi il glamour passa a fior di labbra. Sapersi truccare infatti non vuol dire solo mettere il fondotinta e usare i pennelli per stendere l’ombretto, ma avere labbra idratate, morbide e curate ancora prima che colorate frettolosamente. Con l’arrivo del freddo, si sa, la pelle si secca molto più facilmente; le labbra sono uno dei punti più deboli e, come d’estate rischiano di scottarsi, in inverno sono facili a smerigliature date dal vento e dal freddo. Quante di voi poi iniziano a inumidirle e mordicchiarle per togliere le pellicine? Non fatelo! Portatevi invece sempre in borsetta un burrocacao nutriente da applicare più volte al giorno: solo con labbra morbide, levigate e non rugose potrete passare alla fase successiva del trucco, altrimenti il rossetto si impiastriccerà creando inestetici grumi. Dopo aver generosamente offerto alle vostre labbra un’azione super idratante e repulp con riparatori e balsami a base di burro o acido ialuronico, impacchi notturni con olii vegetali e scrub settimanali con miele e zucchero potrete passare al trucco vero e proprio.

Delineare il contorno tracciando la forma delle labbra con la matita è il primo passaggio fondamentale che vi garantirà una stesura più facile anche del rossetto; sceglietela di un tono uguale o leggermente più chiaro di quello con cui volete colorare poi l’interno. Tutte penseranno di poter passare al rossetto invece, per garantirne e prolungarne la tenuta, è buona regola passare prima come colore uniforme di base su tutte le labbra la stessa matita con cui avete disegnato il contorno. Ora sì, potete applicare il rossetto: per un risultato ottimale non fatelo direttamente dallo stick ma usate un pennellino a setole dure, iniziando a stendere dal centro verso gli angoli esterni.

Labbra idratate, con effetto voluminoso e lucido

labbra idratate

Le perfezioniste potranno poi creare un punto luce più chiaro al centro del labbro inferiore e superiore per aumentare la tridimensionalità delle labbra, picchiettando un illuminante in crema. Ora fissate il tutto con una spolverata di cipria che asciugherà il prodotto in eccesso e lo farà aderire meglio. Infine, se vi piace un bell’effetto voluminoso e lucido, non può certo mancare una passata di gloss: trasparente o con riflessi colorati e brillanti, della tonalità del rossetto, va applicato solo al centro delle labbra per evitare sbavature. Adesso sì che avrete labbra idratate, seducenti… pronte da baciare!

Capelli puliti più a lungo con un buono shampoo

Se in ogni cosa della vita si parte sempre dal famoso abc, perché questo non dovrebbe valere anche l’argomento capelli? Possiamo parlare di tinte in tutte le sfumature e non nel senso metaforico della cosa, di tagli, di trattamenti e chi più ne ha più ne metta, ma vi siete mai soffermati a chiedervi: ma faccio bene lo shampoo? Lo shampoo, la base per cute e capelli puliti e puliti più a lungo prima di ogni cosa.
Non è una cosa tanto scontata come si potrebbe pensare. La maggior parte delle persone sottovaluta o comunque non conosce tutte le mosse giusta per fare un buono shampoo. “E cosa ci vuole?”, direte voi, “basta applicarlo, grattare sulla cute e risciacquare!”. Certo, queste sono le mosse giuste se volete avere capelli non proprio sporchi come prima ma neanche puliti e che il giorno dopo saranno ancora peggio.
In realtà, esistono dei passi per una buona applicazione dello shampoo che permettono di avere cute e capelli veramente puliti e fanno si che la pulizia duri più a lungo.
La prima cosa da sapere è che lo shampoo (a meno che non sia totalmente bio) sarebbe bene diluirlo con dell’acqua per non renderlo troppo aggressivo. Potete riempire un flacone vuoto con dell’acqua per circa tre quarti  e poi aggiungere un po’ di shampo. Lo shampoo, soprattutto se molto corposo, applicato da solo non fa altro che rendere i vostri capelli pesanti ed elettrici. Applicate lo shampoo solo sulla cute. Non c’è bisogno di applicarlo sulle lunghezze e strofinarle, queste si laveranno con lo scendere dell’acqua. La parte più importante dello shampoo è sicuramente il massaggio, questo determinerà quanto bene laverete i capelli e in quali parti della cute. Un buon massaggio dovrebbe essere fatto con le dite bene aperte per toccare tutte le zone della cute, con i polpastrelli (e non graffiare con le unghie) e con una media intensità. Inoltre le parti più importanti da massaggiare sono le attaccature ai lati, in mezzo alla riga dei vostri capelli e soprattutto dietro la nuca in quanto quello è un posto in cui ci appoggiamo per dormire o ad esempio mettiamo la sciarpa e potrebbe sudare. Se i capelli sono particolarmente sporchi si consigliano due applicazioni dello shampoo o, in tutti i casi, vi accorgerete se necessitate di una seconda passata perché vedrete che la prima non farà schiuma e sarà totalmente assorbita dal capello. Fatto questo potete risciacquare, ed anche questa è una fase che va fatta accuratamente. Utilizzate acqua tiepida (per non cuocere i capelli con l’acqua troppo calda) e muovete i capelli per far si che tutto possa essere risciacquato. L’ultimo consiglio, anche se è più un chicca di bellezza, che una fase dello shampoo, fate l’ultimo risciacquo con acqua molto fredda per rendere i capelli lucidi.

Ed ora ditemi… chi fa lo shampoo così?

Hennè come trattamento per capelli più morbidi e lucenti

Amiche dei capelli…oggi parliamo di hennè. Ma non come solitamente se ne parla, cioé come quella sostanza, sostitutiva della tinta durante la gravidanza, che, appunto, colora i capelli. Sapevate che l’henné ha anche proprietà curative e benefiche? Che se utilizzato abitualmente puó cambiare forma ed  essere della vostra chioma?
Iniziamo con una precisazione che per molti potrá essere giá sentita, per altri, magari, no. Esistono diversi tipi di henné, quello rosso, neutro e nero, e questa suddivisione é data dalla quantitá di una sostanza contenuta nel prodotto, la Lawsonia Inermis che in base a quanto ne é contenuta, appunto, puó dare riflessi neutri, rossi o neri. Questa precisione riguardava, maggiormente, gli effetti coloranti del prodotto, ma é da tenersi in considerazione anche quando si usa l’hennè come trattamento perché comunque questo dará dei riflessi ai capelli.
Stabilito questo e scelta la tipologia di henné, vediamo come trattare i nostri capelli con questo prodotto e quali sono gli effetti benefici che possiamo aspettarci.
L’hennè ha proprietá riequilibranti (utile contro seborrea o forfora), idratanti e lucidati. Fare un impacco a base di hennè renderà i capelli visibilmente sani, morbidi e lucenti. Si, so che é il classico slogan da pubblicità, peró é quello che accade realmente. Provare per credere.
Comprate il vostro hennè, scioglietelo in acqua tiepida e mescolate fino ad ottenere un composto denso. Applicato su tutta la testa (come fareste per la tinta), compratelo con una cuffietta (anche la pellicola da cucina andrá benissimo) e lasciatelo in posa per almeno 2 ore. Non dimenticate che l’effetto riflessante sarà tanto piú forte quanto maggiore sará il tempo di posa. Inoltre, potrete ricercare ulteriori benefici a seconda delle vostra necessità. Ad esempio, sé avete capelli secchi potrete aggiungere all’impacco un cucchiaino di olio di mandorle o olio essenziale di lavanda, se, invece, i vostri capelli sono grassi optato per un cucchiaino di aceto o olio essenziale di rosmarino. Passato il tempo di posa, lavate abbonamento i capelli con acqua
tiepida e procedete all’asciugatura.
Se i vostri capelli saranno fluenti, morbidi e lucenti, ecco, avrete provato ed ora potrete credere.