Prodotti di bellezza: ma quanto durano?

Il beauty case di ogni donna è pieno di trucchi e prodotti di bellezza di ogni tipo, raccolti nel corso degli anni e, in alcuni casi, conservati come veri e propri cimeli introvabili. Oggi, ogni prodotto cosmetico che acquistiamo mostra chiaramente sulla confezione la durata del prodotto, da intendere dal momento in cui il prodotto viene aperto. A volte la data indicata è di 6 mesi, altri di 12 e a volte anche di 24 mesi: in ogni caso la durata del prodotto indicata serve ad informarci sul tempo che abbiamo a disposizione per usare quel trucco o quel cosmetico al massimo delle sue potenzialità, prima che invecchi e che non si possa più considerare come un prodotto fresco. L’indicazione sulla durata del prodotto è molto importante e ci permette di regolarci al meglio sul suo utilizzo.

Qualche consiglio per riconoscere se i prodotti sono scaduti

Ma come comportarci con quei prodotti del nostro beauty case che abbiamo acquistato tempo fa e che non riportano tale utile informazione? Come riconoscere quali prodotti del nostro beauty case possiamo continuare ad usare e quali è meglio buttare nel cestino? Ecco qualche suggerimento! Per quel che riguarda i fondotinta liquidi, solitamente è meglio non utilizzarli dopo un anno, un anno e mezzo dall’apertura; se non usate il prodotto da un po’ di tempo, prima di applicarlo, osservatene con attenzione il colore, la consistenza ed assicuratevi che l’odore non sia diventato cattivo. Se osservate qualcosa di strano, non applicate il prodotto sul viso: è meglio non usare prodotti alterati! I rossetti di solito hanno una durata che varia da uno a due anni, se non esposti alla luce del sole diretta; un consiglio per farli durare di più? Conservarli in frigo, specie nei periodi di caldo, questo permetterà di allungarne la vita. Gli ombretti compatti, come cipria e fard, possono durare fino a due anni. In caso di ombretti fluidi invece la durata è molto minore, circa sei mesi, come tutti i prodotti liquidi. Il segnale indicatore che ci indica invece che uno smalto non è più utilizzabile è l’analisi del suo aspetto. Uno smalto ha una durata di circa due anni ma se l’aspetto risulta non omogeneo e il colore alterato, sarebbe bene comprarne un altro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alla nostra Newsletter